Il programma completo del XIX Cervino Cinemountain Festival.

Sabato 30.07
EVENTI SPECIALI
Domenica 31.07
EVENTI SPECIALI
Lunedì 1.08
FESTIVAL CONCORSO
Martedì 2.08
FESTIVAL CONCORSO
Mercoledì 3.08
FESTIVAL CONCORSO
Giovedì 4.08
FESTIVAL CONCORSO
EVENTI SPECIALI
Venerdì 5.08
FESTIVAL CONCORSO
Sabato 6.08
FESTIVAL CONCORSO
EVENTI SPECIALI
Domenica 7.08
FESTIVAL CONCORSO
EVENTI SPECIALI
EVENTI SPECIALI
FESTIVAL CONCORSO
FESTIVAL CONCORSO
FESTIVAL CONCORSO
FESTIVAL CONCORSO
EVENTI SPECIALI
FESTIVAL CONCORSO
FESTIVAL CONCORSO
EVENTI SPECIALI
FESTIVAL CONCORSO
18:00
PRESENTAZIONE DELLA XIX EDIZIONE DEL CERVINO CINEMOUNTAIN FESTIVAL

Ore 18:00 Café des guides / Breuil-Cervinia

21:00
KILOMETRO LANCIATO. STORIE OLTRE IL LIMITE

Ore 21:00 – Cinéma des guides / Breuil Cervinia

 

La storia della gara sugli sci più veloce del mondo con i protagonisti di ieri e quelli di oggi, con Bruno Alberti, Alessandro Casse, Pino Meynet, Kiheita Takahashi, Craig Calonica, Simone e Ivan Origone, Valentina Greggio, conduce Enrico Martinet (La Stampa)

 

SCOPRI

09:45
SULLE TRACCE DEL KL

09:45 Plateau Rosa

ricognizione in compagnia di Bruno Alberti, Alessandro Casse, Pino Meynet, Kiheita Takahashi, Craig Calonica, Simone e Ivan Origone, Valentina Greggio, con Giuliano Trucco

11:30
LA CERIMONIA DELLE ORME

11:30 CAFÉ DES GUIDES / BREUIL-CERVINIA

con / with
Bruno Alberti, Alessandro Casse, Pino Meynet, Kiheita Takahashi, Craig Calonica, Simone e Ivan Origone, Valentina Greggio, conduce Enrico Martinet (La Stampa)

15:00
TUTTO QUELLO CHE AVRESTE VOLUTO VEDERE DEL KL E NON AVETE MAI VISTO

15:00 CINÉMA DES GUIDES / BREUIL-CERVINIA

Maratona cinematografica sul KL, alla presenza degli autori e dei protagonisti

 

SCOPRI

21:00
REALITY OR NOT REALITY?

21:00 CINÉMA DES GUIDES – BREUIL-CERVINIA 

Una discussione aperta tra i protagonisti di “Monte Bianco – Sfida Verticale” e le voci critiche con Jane Alexander, Filippo Facci, Alessandro Gogna, Giovanna Mon- gilardi, Andrea Perrod, Roberto Rossi e Vincenzo Torti, conduce Enrico Martinet (La Stampa)

 

SCOPRI

16:00
AND THEN WE SWAM

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Ben Finney (UK, 2014, 37’)
Gran Premio al Dundee Film Festival (Scozia)

Nel 2011 James Adair e Ben Stenning attraversano per primi l’Oceano Indiano in barca a remi, senza imbarcazione di supporto. Ma questa è solo una parte della storia. Per anni hanno parlato di questo progetto, bollati come sognatori romantici da amici e famigliari: non proprio atleti dell’estremo, non avevano mai neppure passato una notte in mare. Ma, determinati a dimostrare il contrario, comprano una barca di seconda mano, raggiungono la costa occidentale dell’Australia e partono. Ci sono avventure così ben pianificate che nulla è lasciato al caso. Ma, lasciata la costa, James e Ben si trovano a fronteggiare l’ignoto. Remando giorno e notte la mente e il corpo testano i propri limiti; imparano ad affrontare la solitudine, il dolore, la paura del fallimento. In qualche modo, in 116 giorni percorrono 3500 miglia fino a quando, vicini all’agognata meta, il disastro. E allora hanno nuotato…

SCOPRI

16:05
SOLO DI CORDATA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Davide Riva (Italia, 2015, 84’)

 

Un ritratto filmico del fortissimo scalatore solitario Renato Casarotto che, ripercorrendo le sue più famose imprese alpinistiche e grazie a preziosi materiali di repertorio inediti uniti alla voce dei suoi più intimi amici e compagni di cordata, racconta, con pensieri e voce dello stesso Casarotto, la ricerca umana celata dietro l’esigenza dell’azione alpinistica immersa nella natura più selvaggia. Una raccolta di immagini e pensieri sconosciuti che gettano luce sulla complessità umana e l’eclettismo di un uomo che, con la sua volontà e tecnica di salita, ha compiuto imprese straordinarie, molte delle quali ancora oggi insuperate e mai ripetute.

SCOPRI

16:10
LA SLITTA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Emanuela Ponzano (Italia, 2015, 19’)

 

Alfred vive in una famiglia modesta in un villaggio isolato di montagna. I suoi genitori hanno forti pregiudizi sugli immigrati, sono infelici, annoiati e spesso si scontrano ignorandolo. Per sfuggire all’impossibilità di comunicare, il bambino decide di trasgredire l’ordine del severo padre di restare a casa e fugge per raggiungere i suoi compagni di scuola, ma sul cammino attraverso il bosco si perde. Impaurito, trova una slitta di legno con il suo proprietario, un ragazzino diverso, di un altro Paese. Dopo un iniziale scontro in cui si confrontano solo attraverso i pregiudizi dei genitori o della società, i due si scoprono, si trovano e si osservano.

SCOPRI

16:15
KUL SENTER

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Stefano Saccotelli (Italia, 2015, 14’)

 

Una storia come (purtroppo) tante. Un call center come tanti. Un precario come tanti. Riuscirà il nostro Operatore 126 a sopravvivere ai ritmi inumani, sistematici ricatti e variopinti insulti di superiori arroganti, colleghi poco affidabili e clienti perennemente insoddisfatti?

SCOPRI

21:00
IL GABBIANO

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Joseph Peaquin (Italia, 2015, 40’)

 

Ogni venerdì mattina un gruppo di volontari interviene nel carcere di Brissogne in Valle d’Aosta nell’ambito di un gruppo di lettura ed espressione rivolto a detenuti. Questo momento rappresenta uno spazio privilegiato di libertà. Una parola libera che ci fa riflettere sul vivere in carcere e il concetto di individuo. Tra questi detenuti si delineano le figure di Hohxa, Antonio, Cissé ma soprattutto di Cristian che seguiamo anche nei colloqui con l’educatore, nella distribuzione del cibo e nello spazio chiuso e claustrofobico della cella. A lui spetterà la parola fine.

SCOPRI

21:15
ZEMU EXPLORATORY EXPEDITION 2014 EAST HIMALAYA

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

Alla ricerca delle nuove frontiere dell’alpinismo di Enrico Ferri (Italia, 2016, 32’)

 

La straordinaria avventura esplorativa della Spedizione Zemu nell’area sud del Kanchenzonga, ancora inesplorata a causa della difficile e pericolosa foresta subtropicale da attraversare; l’esperienza alpinistica è resa ancora più appassionante per la mancanza assoluta di collega- mento con il mondo civile imposta dalle autorità militari indiane per motivi politico-territoriali. Con pochissimi mezzi, dopo aver attraversato per 6 giorni l’impervia foresta, il piccolo gruppo internazionale di 7 alpinisti perlustra la zona, raggiungendo 7 colli e 7 cime ed esplorandone integralmente i ghiacciai sospesi.

SCOPRI

21:30
LA MONTAGNE MAGIQUE

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Anca Damian (Romania, 2015, 87’)

 

Nella forma di docudrama di animazione in un’incessante mescolanza di stili e tecniche, il racconto della vita di Adam Jacek Winker attraversa mezzo secolo di storia: polacco rifugiato a Parigi negli anni ‘60, la sua vita avventurosa cambia radicalmente durante gli anni ’80 quando Jacek lascia la Francia per combattere i sovietici sulle montagne dell’Afghanistan al fianco del comandante Massoud.

SCOPRI

16:00
SCIARE IN SALITA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Chiara Brambilla (Italia, 2016, 67’)

 

“Sciare in salita” è la storia della Scuola Righini, la scuola di scialpinismo di Milano, che da generazioni tramanda la cultura della neve alla città. Il film ripercorre, attraverso il microcosmo della scuola, le tappe più importanti della storia dello scialpinismo, dall’evoluzione dei materiali tecnici all’avvento dell’era digitale, mostrando come gli stessi repertori filmici dalla pellicola ai social media contemporanei creino narrazioni sempre nuove. Al centro dell’immagine rimane la montagna, oggetto dall’aura misteriosa, che riesce sempre a sottrarsi a tutte le rappresentazioni e gli immaginari di cui gli uomini l’hanno rivestita nel tempo.

SCOPRI

16:15
KAYAKING THE ALEUTIANS

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Justine Curgenven (UK, 2015, 47’)

 

Nessuno ancora era riuscito a percorrere in kayak le remote e tempestose Aleutine, piccole e poco popolate isole separate le une dalle altre da più di venti lunghe traversate. Due donne decidono di affrontare per la prima volta questo viaggio in acque inesplorate, affrontando tempeste, orsi affamati e correnti che trascinano lontano dalle coste. In 101 giorni impareranno conoscere di più loro stesse e le vite delle rare persone che vivono in questi territori duri e meravigliosi.

SCOPRI

16:30
SUSPENDU À LA NUIT

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Eva Tourrent (Francia, 2015, 24’)

 

Un filo teso tra la macchina e il vuoto, tra il battipista e il pendio, tra Guillaume e i suoi pensieri. Ogni notte, in inverno, Guillaume percorre montagne e piste da sci per cancellare le tracce del passaggio degli sciatori. Solo nella cabina, è un tutt’uno con il suo mezzo, in un delicato equilibro composto da incessanti andirivieni.

SCOPRI

21:00
cAPENORTH

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Francesca Casagrande e Michel Dalle (Italia, 2015, 14’)

 

cAPEnorth è un cortometraggio di un’insolita avventura. Un itinerario di circa 10.000 chilometri andata e ritorno, partendo da Aosta e tagliando verticalmente l’Europa fino a raggiungere Capo Nord, non a bordo di una classica moto da viaggio o di un comodo camper, bensì a bordo di una mitica Ape Piaggio. È l’avventura di due ragazzi; Henry Favre e Ludovico Botalla, non nuovi a singolari itinerari più o meno spericolati, sempre a bordo di mezzi inconsueti. Due viaggiatori incalliti, voraci esploratori del mondo che non resistono al richiamo dell’avventura e delle emozioni forti, accettando ciò che la strada offre, mossi dalla grande passione per la scoperta.

SCOPRI

21:10
BHAGIRATHI IV GAME ON

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Arianna Colliard (Italia, 2016, 38’)

 

Nel cuore dell’Himalaya indiano, poco oltre le sorgenti del Gange, c’è la catena montuosa dei Bhagirathi. Qui, una parete rocciosa di oltre 1000 metri ancora inviolata, la ovest del Bhagirathi IV, la montagna più bassa (nei suoi 6193 metri) ma apparentemente più difficile tra le quattro, costituisce l’obiettivo di tre giovani alpinisti italiani per l’estate 2015. La partita, l’apertura di una via nuova in un contesto insolito e imprevedibile, richiede strategia e impegno, motivazione e gioco di squadra. In un ambiente estremamente suggestivo, Teo, Giga e Luchino scoprono le loro carte e, tentativo dopo tentativo, si confrontano e ci raccontano, direttamente dal campo, la loro esperienza.

SCOPRI

21:30
K2 TOUCHING THE SKY

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Eliza Kubarska (Polonia, 2015, 72’)

 

Nell’estate del 1986 decine di alpinisti da tutto il mondo si ritrovarono al campo base del K2 per tentarne la scalata. Una serie di tragici eventi faranno ricordare quella stagione come la “black summer” in cui 13 alpinisti persero la vita. Trent’anni più tardi, i figli di quegli acclamati alpinisti deceduti al K2 affrontano una spedizione per dare risposta a una domanda: qual è il prezzo della passione? Anche la regista Eliza Kubarska, donna e alpinista, si interroga sulla possibilità di diventare madre.

SCOPRI

16:00
UNBRANDED

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Phillip Baribeau, (UK, 2015, 105’)

 

Quattro amici partono per una straordinaria avventura che cambierà loro la vita: condurranno una mandria di mustang selvaggi attraverso il West, dal confine messicano a quello canadese attraverso i paesaggi maestosi del Grand Canyon, Yellowstone e del Glacier National Park.

SCOPRI

16:15
MARE CARBONE

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Gian Luca Rossi (Italia, 2015, 80’)

 

Margherita è di origine calabrese ed è incinta di otto mesi. In crisi, decide di tornare nei luoghi dove affondano le sue radici e scopre che, sul sito di una fabbrica abbandonata, una società italo-svizzera intende costruire una centrale a carbone da 1320 mega watt. Che ne sarà di quel luogo a cui si sente così legata? Quali saranno i rischi per la salute e le conseguenze ambientali? Inizia così ad indagare il territorio e le sue contraddizioni, scoprendo di conoscerlo molto meno di quanto si aspettasse.

SCOPRI

21:00
LINE REVOLUTION

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Alessandro d’Emilia (Italia, 2015, 14’07’’)

 

L‘Highline Meeting Monte Piana nasce dall‘amicizia tra gli “highliner” Alessandro d’Emilia e Armin Holzer e dalla loro stessa passione condivisa per la slackline. Dalle loro menti è nata l‘idea di condividere un paradiso per l’highline con tutti coloro che praticano o vogliono avvicinarsi a questo sport. Oggi Monte Piana può rappresentare un’occasione di incontro per i giovani di tutto il mondo che vogliono condividere non solo la loro passione ma soprattutto uno stile alternativo di vita.

SCOPRI

21:15
JUREK

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Paweł Wysoczański (Polonia, 2015, 73’)

 

Il 24 ottobre 1989, durante una spedizione alla parete Sud del Lhotse, muore Jerzy Kukuczka. Era la sua prima volta in Himalaya da alpinista famoso, con budget e attrezzatura adeguate. Il film è il racconto della scalata, letterale, metaforica e simbolica di Kukuczka. Da lustrascarpe a milionario, da operaio socialista a star internazionale, iniziò a scalare senza mezzi e attrezzatura per arrivare a diventare il vero rivale di Messner nella competizione per la conquista alpinistica dell’Himalaya e del Karakorum. Interviste alla famiglia, materiali di repertorio, fotografie ed estratti dai programmi d’epoca compongono il ritratto dell’alpinismo himalayano degli anni ’80.

SCOPRI

21:30
STORIE DI UOMINI E LUPI

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Alessandro Abba Legnazzi, Andrea Deaglio (Italia, 2015, 75’)

 

Il ritorno di un animale mitico turba la vita dei piccoli villaggi delle Alpi. Mentre gli scienziati ed i guardiaparco seguono le sue tracce per studiarne gli spostamenti ed i comportamenti, gli allevatori si organizzano per affrontarlo e gli abitanti sono divisi riguardo alla sua presenza. Sebbene pochi lo abbiano visto, tutti ne parlano: si tratta del lupo, scomparso all’inizio del XX° secolo e animale simbolico per eccellenza.

SCOPRI

16:00
SGUARDI SUL NEPAL

16:00/21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

una giornata dedicata interamente al Nepal ad un anno dal terremoto – film, incontri, protagonisti

 

SCOPRI

16:15
LANGTANG

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Sébastien Montaz-Rosset (Francia, 2015, 52’)

 

Langtang è la storia di un viaggio nel cuore del Nepal. Nell’Aprile 2015, l’ultra runner Kilian Jornet si prepara per la spedizione all’Everest che fa parte del suo progetto “Summits of My Life”, insieme all’amico e alpinista Jordi Tosas e al regista Sébastien Montaz-Rosset. Due giorni dopo la partenza, un terremoto di magnitudo 7.8 colpisce il Nepal con effetti devastanti; la Valle di Langtang, tanto amata da Jordi, è rasa al suolo. Accantonando il loro progetto originale, i tre attraversano il Nepal con la speranza di riuscire a portare aiuto nei luoghi a loro così cari.

SCOPRI

16:30
SERDHAK THE GOLDEN HILL

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Rajan Kathet (Nepal, 2015, 74’)

 

Il giovane Lhakpa lascia la città per fare ritorno al suo villaggio nelle montagne del Mustang con l’obiettivo di migliorare la vita della sua gente, ma fatica a conciliare i suoi desideri con la realtà dei fatti. Lhakpa vuole diventare ingegnere per contribuire allo sviluppo del suo villaggio, ma improvvisi conflitti famigliari lo costringono a rimandare le proprie aspirazioni. Ritrova il suo primo amore, ma lei ha già progetti di cui lui non è a conoscenza. Il film delinea i complessi rapporti tra Lhakpa e la ragazza che ama, la sua famiglia e il resto del villaggio. Alla fine niente va come Lhakpa aveva previsto, in questo racconto di scoperta, riscoperta e adattamento.

SCOPRI

21:00
BHAGAYALE BACHEKAHARU

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Ganesh Panday (Nepal, 2015, 45’)

 

Il 25 aprile 2015 alle 11:56 un teremoto devastante (7.8) colpisce il Nepal con epicentro a Barpak, un villaggio del distretto di Gorkha, causando quasi 9.000 morti, decine di migliaia di feriti, dispersi, sfollati e la distruzione di più di mezzo milione di case. Il sisma colpisce duramente 14 dei 75 distretti nepalesi nelle regioni centrali e occidentali del Nepal e della Valle di Kathmandu. Il 12 maggio una seconda scossa di magnitudo 7.3 con epicentro nel distretto di Dolakha (75 km da Kathmandu) distrugge innumerevoli monumenti storici, templi ed edifici. Le vie di comunicazione sono interrotte, i trasporti bloccati e la vita della popolazione completamente paralizzata.

SCOPRI

21:15
WASTE MANDALA

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di A. Bernard, P. Ceretto (Italia, 2015, 52’)

 

Per tutti il Nepal è un luogo di natura, di templi e siti sacri. Pochi conoscono l’altro lato: un paese devastato da plastica e rifiuti. Con questi scarti i Green Soldiers hanno costruito un enorme Mandala che è l’inizio simbolico del cambiamento che neanche il terremoto dell’aprile 2015 potrà cancellare…

SCOPRI

21:30
HIMALAYAN LAST DAY

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Mario Vielmo (Italia, 2016, 38’)

 

Mario Vielmo, alpinista vicentino leader della Lhotse Expedition 2015, ha quasi raggiunto l’obiettivo del suo decimo ottomila. Ma l’avventura di alpinismo estremo si trasforma in tragedia e quel che doveva essere un documentario di montagna diventa un reportage unico. Il 25 aprile 2015 un terremoto di 7,8 di magnitudo scuote il Nepal: voragini si aprono tra le montagne e inghiottono letteralmente gli alpinisti. La priorità non è più la vetta ma soccorrere i feriti e una volta in salvo aiutare le popolazioni locali nei templi buddhisti dove i monaci accolgono la popolazione e nelle scuole trasformate in dormitori.

SCOPRI

16:00
ALASKA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Christopher Stöckle (Germania, 2014, 58’)

 

Rudolph, 75 anni, vive in un piccolo villaggio nelle Alpi Sveve. Sin dalla sua infanzia ha sviluppato un intenso legame con la natura e con gli animali, più che con gli esseri umani. A vent’anni affronta il suo primo viaggio in Alaska alla ricerca di luoghi incontaminati insieme al fratello maggiore Hans. Insieme costruiscono una capanna nei pressi di un lago, lontano dalla civilizzazione. Oggi vive in una vecchia fattoria e resta un solitario. Suo fratello, malato di Alzheimer da 15 anni, non ricorda nulla del tempo trascorso insieme in Alaska. Solo un gruppo di orsi torna periodicamente a fargli visita.

SCOPRI

16:10
ALTA SCUOLA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Michele Trentini (Italia, 2016, 72’)

 

A Peio, paese situato a 1600 metri di altitudine, la scuola elementare pluriclasse che contava 22 alunni è stata soppressa per volere della Provincia Autonoma di Trento, che ha previsto per i bambini dei diversi centri abitati della Val di Peio un moderno plesso scolastico collocato nel fondovalle. Alcune famiglie, convinte che la scuola in paese svolgesse un ruolo importante per l’intera comunità, hanno optato per l’istruzione parentale. Al piano terra di una casa privata, i genitori e alcuni insegnanti volontari, fanno scuola assieme a nove bambini, dalla prima alla quinta classe.

SCOPRI

16:30
LA CATENA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Paolo Vinati (Italia, 2016, 18’)

 

Val Badia, provincia di Bolzano. Alle pendici delle Dolomiti, Tobias gestisce il proprio maso posto a 1500 metri di altitudine. Giorno dopo giorno egli svolge le stesse azioni che, come gli anelli di una catena si susseguono e si intrecciano attorno ai destini ancestrali di uomo e di animale.

SCOPRI

21:00
LIMITES

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Giulia Landi, soggetto di Tommaso Perfetti (Italia, 2016, 6’10’’)

 

La routine soffocante di una metropoli ai piedi delle Alpi spinge una giovane ragazza a immaginare e a idealizzare una vita alternativa sulle montagne. Decide quindi di mettersi in cammino, nell’intento di realizzare il suo sogno. Ma l’immagine di una natura benevola non corrisponde alla realtà.

SCOPRI

21:15
METRONOMIC

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Vladimir Cellier (Francia, 2015, 15’)

 

Autunno 2013, Gole del Verdon, Francia : la guida alpina Antoine Moi- neville raduna per una settimana la squadra di stuntmen dei Flying Frenchies, i danzatori aerei della Compagnie 9.81, i musicisti del gruppo Radio Monkey e la troupe della Baraka Films. Un sapiente mélange di artisti e sportivi che dà vita a una sinfonia del rischio, un inno al vuoto tra performance

SCOPRI

21:20
LE STELLE DELLA MOLE

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Davide Carrari (Italia, 2016, 14’)

 

Nel 2011 il Comune di Torino ha provveduto alla manutenzione esterna della cupola della Mole Antonelliana. L’appalto affidato alla Barberis Aldo S.p.A. prevedeva il lavaggio e la messa in sicurezza delle 2064 lastre in pietra di Luserna, l’ispezione e, dove necessario, il restauro delle 1176 stelle in ghisa. I lavori sono stati eseguiti in fune dalla Ditta Puma di Maurizio Puato, Renzo Luzi e Jvan Negro: un totale di 5700 ore di lavoro appesi nel vuoto.

SCOPRI

21:30
TOM

21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Angel Esteban e Elena Goatelli (Italia/Spagna, 2015, 67’)

 

Tom vive con il padre James in un campeggio nelle Dolomiti; entrambi possono contare solo sulla piccola pensione del padre. Tom non ha mai voluto essere altro che un alpinista, nonostante sua madre, la grande alpinista inglese Alison Hargreaves, abbia trovato la morte durante la discesa dal K2 quando lui aveva solo sei anni. La sua intera vita è dedicata alle montagne e il suo obiettivo è salire in free solo le sei maggiori pareti nord delle Alpi in un solo inverno. Nessuno ci ha mai provato e Tom vuole essere il primo. In un furgone bianco guidato dal padre Tom attraverserà le Alpi per realizzare il suo sogno.

SCOPRI

16:00
MIEJSCE – THE PLACE

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Julia Poplawska (Polonia, 2015, 14’)

 

Nel luogo di lavoro più alto della Polonia, la costante osservazione notturna del mondo circostante è una regola mai sovvertita. Gli impiegati, sospesi nel tempo e nello spazio, restano al loro posto, imperturbabili, inamovibili, malgrado imprevisti, avversità e situazioni sorprendenti.

SCOPRI

16:15
SEGANTINI RITORNO ALLA NATURA

16:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

di Francesco Fei (Italia, 2016, 78’)

 

Il film narra la storia singolare e straordinaria di Giovanni Segantini, ponendo l’accento sul suo modo di sentire la natura come fonte d’ispirazione artistica e spirituale. Nato ad Arco di Trento, di umili origini e con un tortuoso percorso di vita, Segantini riuscirà a diventare uno dei pittori simbolisti più importanti dell’800. L’interpretazione di Filippo Timi nelle parti di fiction sottolinea l’intensità delle lettere autografe del pittore. Il filo rosso familiare è condotto dalla nipote Gioconda Segantini e le parti storico artistiche da Annie-Paul Quinsac, massima esperta dell’arte segantiniana, Franco Marrocco direttore dell’Accademia di Brera e Romano Turrini storico di Arco.

SCOPRI

21:00
PREMIAZIONE DELLA XIX EDIZIONE DEL CERVINO CINEMOUNTAIN FESTIVAL

21:00 PIAZZETTA DELLE GUIDE / VALTOURNENCHE

21:45
I CHOSE TO CLIMB

21:45 PIAZZETTA DELLE GUIDE ALPINE / VALTOURNENCHE

incontro con Sir Chris Bonington, conduce Luca Castaldini ( Gazzetta delle Sport), con letture a cura di Andrea Damarco

 

SCOPRI

16:00
PROIEZIONE DEI FILM PREMIATI

16:00/21:00 CENTRO CONGRESSI / VALTOURNENCHE

Select date to see events.

PRESENTAZIONE DEL XIX CERVINO CINEMOUNTAIN FESTIVAL

Antonio Carrel

Presidente Associazione Culturale Monte Cervino

Passato il 150° anniversario della salita alla Gran Becca, il Cervino Cine- Mountain continua a compiere il suo ruolo che va oltre il carattere cele- brativo di particolari ricorrenze.
La sua funzione s’iscrive infatti nella continuità di una proposta cultura- le di ricerca attenta all’attualità della montagna sia per quanto riguarda i contenuti (filmografia recente/inedita, il reality) sia per quanto riguar- da le relazioni con gli enti (presentazione del festival al neo eletto presi- dente CAI e al Ministero dei Beni culturali).

Infine il valore aggiunto del Festival è di creare una piattaforma d’in- contri con personaggi di alpinismo di sport e di passioni che anche quest’anno non mancheranno. Incontri non stereotipati, ma semplici, diretti, spontanei: insomma incontri veri.

Credo siano questi i motivi per cui in molti si affezionino al festival e quale migliore occasione per ringraziarli e rinnovare il nostro invito a seguirci in questa XIX edizione.

Luisa Montrosset e Luca Bich

Direttori artistici

Nove i grand Prix per questa XIX edizione del Cervino CineMountain e venti gli altri film in concorso che sommati a quelli fuori concorso totaliz- zano più di 1800 minuti di proiezioni. Sette in totale i premi da attribuire. Così potremmo riassumere la programmazione 2016 e, si sa, le cifre han- no il vantaggio di essere sintetiche e oggettive.

Diciannove anni e non sentirli; il Cervino CineMountain finalmente torna a crescere non solo in termini di film in concorso ma anche in quanto autentica proposta culturale. Già perchè il festival non si misura solo su una database filmografica, ma va pensato, creato, riformulato ad ogni edizione. Perciò siamo particolarmente soddisfatti di inaugurare il pro- gramma con una serata dedicata al KL, legato a doppia mandata a Breu- il-Cervinia e alla sua storia, di dare spazio nel corso del festival ad un di- battito sul reality del Monte Bianco – proprio noi che promuoviamo una filmografia di settore – e di dedicare una giornata “a favore“ del Nepal, perché la montagna è anche cooperazione. Infine siamo lieti di avere ospite per la giornata di chiusura una personalità come SIr Chris Bonin- gton che di montagna ha vissuto ed è stato un maestro nel raccontarlo. Anche noi attraverso il Festival continuiamo a raccontare la storia della montagna, una storia sconfinata e mai banale, affascinante prospettiva di storia dell’umanità.

LA GIURIA

MANUELA BUONO


ALESSANDRO GOGNA


LORENZO HENDEL


PREMI / AWARDS

Grand Prix des Festivals – Conseil de la Vallée d’Aoste
Best of Festival Gran Prix

Montagne d’Italia per il miglior film italiano
Best Italian film

Premio C.A.I. per il miglior film d’alpinismo, arrampicata, esplorazione
Best mountaneering film

Premio Montagne Tout Court per il miglior cortometraggio
Best short film

 

Premio SONY per la miglior fotografia
Best photography

Premio Film Commission Vallée d’Aoste per il miglior film valdostano
Best Vallée d’Aoste film

Premio del Pubblico
Audience award

CCM_LOGO_REGIONE_CONSIGLIOCCM_LOGO_regione_ass_turismoCCM_LOGO_REGIONE_turismoCCM_LOGO_REGIONE_COMUNE-VALTOURNENCHECCM_LOGO_FONDAZIONE-CRTCCM_LOGO_CAI

CCM_LOGO_MIBACT    CCM_LOGO_CVA-TRADING CCM_LOGO_BANCASELLA   CCM_LOGO_GRIVEL CCM_LOGO_SONY  CCM_LOGO_CERVINO

CCM_LOGO_ALLIANCE-MOUNTAIN-FILMCCM_LOGO_ASSOCIAZIONE-CULTURALE-MONTE-CERVINOCCM_LOGO_STRADE-DEL-CINEMA

In collaborazione con :

CCM_LOGO_RAICCM_LOGO_EUBAGE     CCM_LOGO_FILM-COMMISSION-VDA     CCM_LOGO_CERVINO CCM_LOGO_MACIOCE2

COMITATO D’ONORE

Andrea Rosset Presidente del Consiglio Regionale della Valle d’Aosta
Augusto Rollandin Presidente della Giunta Regionale della Valle d’Aosta
Albert Lanièce Senatore della Valle d’Aosta
Rudy Marguerettaz Deputato della Valle d’Aosta
Aurelio Marguerettaz Assessore al Turismo, Sport e Trasporti della Regione della Valle d’Aosta Deborah Camaschella Sindaco del Comune di Valtournenche
Giovanni Zanetti Professore Ordinario di Economia e dell’Impresa dell’Università di Torino e Membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Museo del Cinema
Vincenzo Torti Presidente Generale del Club Alpino Italiano

CERVINO CINEMOUNTAIN FESTIVAL

Antonio Carrel presidente / president
Luisa Montrosset e Luca Bich direttori artistici / artistic directors
Alessandra Miletto programmazione e cordinamento / programming and coordination
Florence Pession e Luca Brunet accoglienza e logistica / reception and logistics
Davide Grimoldi servizi proiezione / screenig services
Sara Roig Vendrell , Tito D’Aiola Galante montaggi, riprese e comunicazione social / editing, filming and social networking
Francesco Martinet sottotitoli / subtitles
Sara Annoni ufficio stampa / press office
Caroline Lucia Michalski interprete / interpreter
Sally Larder traduzioni / translations
Fabio Dibello fotografia / photography
Tullio Macioce progetto grafico / graphic design
Stefano Ferrandoz sito web / web site
MLAB servizi tecnici / technical services
Carmelo Termine amministrazione / administrative office
Tipografia La Vallée stampa / printing